I nostri vini di Montalcino

Siamo i mediatori fra la natura ed un manufatto umano, crediamo che facendo di meno possiamo ottenere di più.

Avere la possibilità di vivere e lavorare su un grande terroir è stato il nostro colpo di fortuna principale, da allora ci siamo impegnati prevalentemente su due cose:

  • Fare agricoltura auspicando di restituire, un giorno, la nostra terra in condizioni uguali o migliori rispetto a come l’abbiamo trovata.
  • Accompagnare le uve e i vini durante il loro percorso con umiltà e lasciando più spazio possibile alla natura.

L’auspicio è che i nostri vini possano rivelare la loro anima, che non è altro che la firma del clima, quindi dell’annata e della geologia della singola vigna, per leggere il territorio di Montalcino attraverso il Sangiovese.

Il nostro vino rappresenta il nostro piccolo angolo di mondo, abbiamo la possibilità di coltivare vigneti in due versanti opposti di Montalcino: a Castelnuovo dell’Abate, sul versante sud est, dove abbiamo iniziato 25 anni fa e sul versante ovest, in zona il Galampio, per un totale di 34 ettari, di cui 30 dedicati al Sangiovese, 1 al Syrah e 3 a Trebbiano e Malvasia. Le due zone sono così diverse che abbiamo deciso di mantenere le uve separate e non avere un Brunello frutto della loro unione, bensì dei vini da singole vigne, questo è anche il bello di allevare Sangiovese, un vitigno che sa essere prima di tutto camaleontico.

Montalcino Wine Map

Ad esempio, a Castelnuovo albeggia presto e godiamo maggiormente del sole mattutino, abbiamo quasi ogni giorno correnti d’aria e il Monte Amiata ci sorveglia; i suoli hanno un contenuto argilloso e limoso molto elevato, sono terreni di origine oceanica, ricchi in calcare, a pH alti e con salinità alle volte aggressiva. Questo tipo di terroir da al vino una profondità e una stratificazione riconoscibile, ma ha bisogno di una mano umana leggera per via dell’esuberanza che una zona calda e soleggiata può tirare fuori.

Ad Ovest cambia tutto, basta osservare la vegetazione, siamo isolati e immersi in una selva a medio alto fusto affacciati sul fiume Ombrone. Tutta questa energia s’imprime nei vini come se fossero selvaggi. Il sole è per lo più quello del pomeriggio, il clima è tendenzialmente più umido e fresco, l’opposto del versante precedente.

Qui la matrice geologica è molto eterogenea e influenzata dai fenomeni erosivi originati dal corso del fiume e dai pendii dilavati che ci sovrastano. Questa condizione origina una mescola alluvionale, abbastanza sciolta e profonda, dominata da argilla e sabbia, arricchita da vario materiale roccioso drenante (alberese, galestri, macigno toscano). Questo versante ci aiuta nelle annate calde, con frutta più diluita spesso dedicata alla produzione di Sogni e Follia e Cielo D’Ulisse.

Produrre Brunello a Montalcino è una tradizione radicata, al contrario, applicare l’agricoltura biodinamica è una tecnica apparentemente nuova, in realtà, i nostri nonni facevano qualcosa di molto simile senza applicarvi un’etichetta. Abbiamo deciso di unire i due concetti per produrre un Brunello seguendo i classici metodi di invecchiamento in cantina, senza aggiunte di additivi enologici se non dosi minime di solforosa e un’agricoltura naturale in vigna, per questo ci definiamo agricoltori ed artigiani.

Il Brunello Cielo D’Ulisse proviene dal versante occidentale della collina, il Brunello Lupi e Sirene e l’Amore e Magia provengono dal versante orientale. Questi vini trascorrono da 24 a 41 mesi in botte grande in funzione delle caratteristiche dell’annata, per completare poi la loro gestazione in cemento per 12-24 mesi. Tutti i nostri Brunello, il Rosso di Montalcino e il Bonsai sono pura espressione dell’annata da cui provengono.

Toscana Rosso

Amore e Follia è il nostro vino d’ingresso, un vino che produciamo per un consumo più spensierato a partire dalle uve del nostro piccolo appezzamento di Syrah, unite ai Sangiovesi più diluiti e beverini. Vinificato in vari tipi di contenitori come botti grandi, cemento ed inox, per poi riposare 12-24 mesi in recipienti meno invasivi possibile. Dall’annata 2019 stiamo vinificando una parte di queste uve a grappolo intero. È un vino che deve richiamare ad una beva spensierata e godibile, senza ostentare o esagerare.

Toscana Bianco

Questo è l’unico vino bianco che produciamo a Podere le Ripi. Essendo un vino ottenuto da uve bianche, Trebbiano e Malvasia, sottoposte a un contatto prolungato con le bucce, spesso viene definito Orange, nonostante il colore non sia troppo carico.

Abbiamo iniziato a produrre questo vino spinti dalla nostra curiosità e anche perché volevamo capire se a Montalcino sarebbe stato possibile produrre un vino bianco, magari da uve autoctone, senza ricorrere alla chirurgia estetica del vino.

Canna Torta viene prodotto con una macerazione sulle bucce di circa 8-9 mesi in anfore di terracotta, le uve fermentano spontaneamente nella zona più fredda della cantina e proseguono il loro viaggio fino a che non si percepisce che il vino si è fatto. La scelta della terracotta è stata fatta per amplificare l’effetto della macerazione e beneficiare di una certa porosità, in sostanza ci serviva un incubatore per un vino vivo.

Rosso di Montalcino

Sogni e Follia è un Rosso di Montalcino proveniente dai vigneti di Sangiovese che abbiamo sul versante ovest. Storicamente il nostro Rosso di Montalcino è sempre stato invecchiato per un periodo di tempo insolitamente lungo. Questa scelta, oltre che soddisfare la necessità di permettere una stabilizzazione naturale del vino direttamente in botte, senza trattamenti, ci permette di offrire un Sangiovese completamente formato e non troppo crudo.

In funzione dell’annata Sogni e Follia, riposa in botte 24-36 mesi.

Brunello di Montalcino

Cielo d’Ulisse ricorda la vegetazione e l’ambiente ad ovest di Montalcino, classico nella sua tannicità lievemente angolare, diluito e sospeso in bocca, un Brunello che al naso riconduce al bosco e al microclima fresco dei vigneti da cui proviene.

Amore e Magia racconta tutto il sole e il Mediterraneo che non è difficile percepire a Castelnuovo. Il matrimonio fra il Sangiovese e i terreni argillosi qui è evidente con un vino che fa della sua profondità e stratificazione la sua firma indelebile di anno in anno.

Lupi e Sirene: bastano poche decine di metri di distanza dalla vigna precedente, dominata dalla marna alcalina chiara, che il terreno s’imbrunisce e compare anche del granito. Stessa esposizione, stessa altitudine, diversa geologia. Qui il Sangiovese è più introverso e necessita di maggiore pazienza, il ferro si ritrova anche nel bicchiere offrendo le tipiche sensazioni ematiche e di ruggine che alcuni Sangiovesi hanno. E’ un vino che nei primi 10 anni di vita non di rado attraversa fasi di chiusura e riduzione, vino virile e molto terrestre.

IGT Bonsai

Il Bonsai è prodotto dai vigneti di Sangiovese allevati secondo il sistema Bonsai, la produzione è di per sé molto ridotta per via delle basse rese che questo sistema di coltivazione implica. La vigna concepita a densità estrema, 62500 viti per ettaro, stimola la profondità delle radici rinforzando il legame della pianta con il mondo sotterraneo.

Il sistema d’allevamento non rientra in quelli ammessi per la produzione di Brunello e Rosso di Montalcino; pertanto, questo vino viene commercializzato come IGT.

Per via della forma d’allevamento, dei suoli argillosi e della personalità di questo vino consigliamo di attendere almeno 6-7 anni prima di aprire una bottiglia, per far sì che il vino inizi a distendersi e mostrarsi più accogliente.

Priority Allocation Membership

Wineclub

Accesso privilegiato alla nostra collezione.

Ogni annata è diversa dalla precedente, così come la nostra produzione. La Natura decide per noi e per questo i nostri vini sono prodotti sempre in quantità variabili e spesso limitate.

Anno dopo anno ci siamo resi conto di non poter sempre garantire le nostre bottiglie negli stessi quantitativi, soprattutto come conseguenza di annate meno produttive e di una domanda crescente. Per questo motivo abbiamo deciso di inserire un sistema di allocazione che dia accesso privilegiato alle nostre bottiglie più esclusive, ovvero le migliori selezioni di Brunello e il Bonsai.

L’intento dei nostri vini è quello di rappresentare al meglio le diverse espressioni dei terroir di Montalcino; ogni bottiglia parla del suolo, dell’annata e del microclima da cui proviene. La nostra volontà è quella di raggiungere appassionati, curiosi e amanti di prodotti artigianali, autentici e rappresentativi.

La nostra Allocazione offre due livelli tra cui scegliere e ogni spedizione sarà un po’ diversa da quella precedente, visto che come dicevamo, la natura decide per noi!

Scegli la tua selezione

Terroir Brunello

Sperimenta e confronta i diversi terroir da cui provengono i nostri vini. La selezione completa del nostro Brunello.

Bonsai

Accesso esclusivo alla nostra limitatissima produzione di Bonsai e alle nostre migliori etichette di Brunello.

BENEFIT

Nessun costo di Iscrizione o cancellazione

Diritto di accesso prioritario alla nostra collezione

Spedizione gratuita

Note di Degustazione Professionali

Degustazioni private esclusive per te e altre 3 persone

SPEDIZIONI

Gennaio | Maggio | Ottobre

Richiedi maggiori informazioni!
INFORMAZIONI DI CONTATTO
[email protected] | +39 0577 835 641 |  +39 3485732532